Comprare azioni MedioBanca

Conviene comprare le azioni Mediobanca? Certo, stiamo parlando di una delle realtà bancarie più importanti d’Italia. E che, essendo quotata in borsa, può anche rivelarsi un ottimo asset da tenere in portafogli.

Tuttavia, come si suol dire, non è tutto oro quello che luccica e la storia non sempre da sola basta per capire se uno stock è valido o meno.

Lo scopo di questa guida completa sulle azioni Mediobanca è proprio quello di capirne di più a riguardo. Anche per valutare su quali broker conviene fare trading sulle azioni Mediobanca.

Molti trader stanno utilizzando le piattaforme di trading CFD per fare trading sulle azioni. Ad esempio si può usare la piattaforma di eToro per investire sull'andamento delle principali azioni grazie agli utili servizi di copy trading e social trading. Puoi registrarti gratuitamente su eToro cliccando qui.

Mediobanca: chi è

Chi è Mediobanca? Si tratta di un istituto di credito italiano nato nel 1946 per volere di Raffaele Mattioli, il quale all’epoca ricopriva l’incarico di Presidente della Banca Commerciale Italiana, e di Enrico Cuccia. Quest’ultimo Direttore Generale fino al 1982.

La sede principale e storica resta quella di Milano, ma col tempo ne ha aperte altre a Parigi, Madrid, Francoforte sul Meno, Londra, New York e Lussemburgo.

E’ quotata nell'indice FTSE MIB della Borsa di Milano e fa anche parte dello Standard Ethics Italian Banks Index.

Azioni Mediobanca

Negli anni ‘50, grazie a d accordi internazionali con colossi finanziari come Gruppo Lazard, Berliner Handels-Gesellschaft, Lehman Brothers, Sofin, riesce a diventare di respiro internazionale. E’ in quegli anni che la banca si quota anche in Borsa.

Tra i settori principali d’intervento, resi tali fin dalle origini, troviamo:

  • le gestioni fiduciarie
  • la promozione del commercio internazionale
  • il credito al consumo
  • la revisione contabile
  • il leasing

A partire dagli anni ‘90, le sfide del mercato creditizio cambiarono radicalmente. E a complicare le cose in Mediobanca fu la graduale uscita di scena di Enrico Cuccia (che alcuni ricorderanno venire spesso ripreso da Striscia La Notizia nel tentativo di fargli rilasciare dichiarazioni, ma lui sempre silenzioso, con capo chino), nonché la privatizzazione iniziata da fine anni ottanta.

Mediobanca fu protagonista in diverse operazioni di privatizzazioni che riguardarono alcuni colossi italiani. Come Telecom Italia, Enel, Banca di Roma e Banca Nazionale del Lavoro.

A fine 2019, il gruppo Unicredit ha ceduto la propria quota azionaria del'8.4%, uscendo definitivamente da Mediobanca. Mentre come nuovo subentro nel capitale sociale si segnala quello dell'imprenditore milanese Leonardo Del Vecchio tramite la Holding Delfin.

La sua partecipazione azionaria è così salita a 7.52%.

Broker per fare trading sulle azioni Mediobanca

Prima di proseguire con questa guida sulle azioni Mediobanca vi proponiamo una serie di piattaforme regolamentate per investire in azioni:

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Apri un conto
eToro CFD azioni e CopyPortfolios Social e copy trading Recensione Iscriviti
Plus500 CFD su azioni e indici Deposito minimo, servizio CFD Recensione Iscriviti
Segnali gratuiti CFD sulle principali azioni Recensione Iscriviti
Spread contenuti Piattaforma WebTrader Recensione Iscriviti
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Mediobanca: dati societari

Al momento della scrittura, i principali azionisti di Mediobanca sono:

  • Investitori istituzionali: 50%
  • Retail e altro: 21,4%
  • Leonardo Del Vecchio: 13,2%
  • Gruppo Mediolanum: 3,3%
  • Gruppo Bolloré: 2,8%
  • Gruppo Benetton: 2,1%
  • Fininvest: 2%
  • FINPRIV: 1,6%
  • Gruppo Caltagirone: 1%

Ecco i principali dati economico-finanziari del gruppo Mediobanca:

  • Fatturato: 2,5 Miliardi €
  • Utile netto: 600,4 milioni €
  • Dipendenti: 4.920

Mediobanca: da CheBanca a Compass

Negli ultimi anni, Mediobanca ha lanciato due servizi molto interessanti, per entrare nel mondo dell’Home banking e nel mondo dei prestiti finanziari flessibili. Vale a dire CheBanca e Compass.

CheBanca! S.P.A.

CheBanca! S.p.A. viene lanciata nel maggio 2008, raggiungendo già nel primo anno di apertura oltre 5 miliardi di depositi e 170mila conti aperti.

A sei anni di distanza, potenziando il settore della consulenza anche online, e aggiungendo servizi di gestione del risparmio.

Nel 2015 rileva le attività italiane di Barclays, a costo zero. Sebbene sarà proprio quest’ultima a corrispondergli 237 milioni di euro, come rimborso per la razionalizzazione e il rilancio del network.

L’accordo consente a CheBanca! Di aumentare il numero dei proprio clienti di 220mila unità, arrivando quindi a 770mila. Oltre ad altri importanti aumenti, nel settore dei mutui residenziali (2,9 miliardi di euro) ed altre aggiunte come:

  • 89 filiali
  • 550 dipendenti nel settore commerciale
  • 70 promotori finanziari
  • fondi raccolti a 6,2 miliardi di euro, praticamente raddoppiati

CheBanca! conta 780 professionisti ripartiti rispettivamente del 60 e del 40 percento in gestori affluent e consulenti finanziari.

Conta 180 punti vendita, ripartiti da 110 Filiali specificamente di CheBanca! e 70 uffici di Consulenti Finanziari.

Compass

Compass, invece, è una società finanziaria con oltre 180 filiali specializzata nel credito al consumo. In particolare, nel settore dei prestiti personali e finalizzati, carte di credito, cessione del quinto).

In anni più recenti, si è anche specializzata in servizi finanziari per i pagamenti, nel settore assicurativo e nell'emissione di moneta elettronica.

Nel 2015 Compass si trasforma in una Banca diventando Compass Banca S.p.A.

Compass si è focalizzata soprattutto nella proposta di prodotti e servizi di credito al consumo per le famiglie. Tra prestiti personali, finalizzati, carte di credito e cessione del quinto.

Compass ha assunto anche la forma di istituto di pagamento, mentre dal 2012 ha iniziato a lanciare pure polizze assicurative per la casa.

Nel 2013 Compass ha invece lanciato Compass Pay, per i pagamenti on e off line. Con carte di pagamento, wallet e la possibilità di ottenere minicrediti.

Comprare azioni Mediobanca con i CFD

Per investire nelle azioni Mediobanca, non è obbligatorio diventare azionisti acquistandole direttamente. E’ possibile farlo comodamente da casa o con i device mobili ovunque ci troviamo, mediante piattaforme di trading online. Le cui migliori vedremo a breve.

Infatti, puoi sottoscrivere i Contract for difference (CFD), contratti standardizzati e di tipo derivato poiché replicano il valore di un asset sottostante. Quindi comprerai direttamente il contratto e non le azioni Mediobanca.

Ciò fa in modo che potrai disimpegnarti dall’investimento quando la tua posizione sarà giunta a termine e potrai anche investire sul ribasso del titolo Mediobanca quando le azioni stanno vedendo calare il proprio prezzo.

Ti posizionerai short e venderai le azioni Mediobanca allo scoperto.

Potrai anche sfruttare le potenzialità della Leva finanziaria, un moltiplicatore che ti consente di puntare anche solo un quinto del capitale che avevi in mente. Ma in caso di previsione azzeccata, guadagnerai lo stesso importo che avresti guadagnato se avessi investito l’intero importo.

Come preferiamo ricordare sempre, però, la leva finanziaria è una arma a doppio taglio poiché, in caso di previsione sbagliata, la leva moltiplicherà la tua perdita.

Non a caso, la massima autorità dell’Ue sul controllo dei mercati finanziari, ESMA, ha ridotto il livello massimo di leva finanziaria selezionabile previsto per i trader retails.

Per le azioni, infatti, il livello massimo è 1:20. Pensa che per le criptovalute, notoriamente volatili per natura, è di 1:2.

Piattaforme per compare azioni Mediobanca

Le azioni Mediobanca possono essere comprate sulle seguenti piattaforme di trading online.

Comprare azioni Mediobanca con eToro

Il broker eToro è il primo che mettiamo in elenco perché è difficile trovare un broker serio, affidabile, conveniente e molto utile tutto in una volta.

Serio, perché conta 3 licenze per operare. Affidabile, perché non cambia le proprie condizioni da un momento all’altro e le riporta con trasparenza. Conveniente, perché commissioni e spread sono molto contenuti. Molto utile, perché offre tanti servizi interessanti, che difficilmente troverai altrove.

Il broker eToro offre anche un Conto demo con 100mila euro virtuali.

Per iniziare a investire tramite CFD in azioni con eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Comprare azioni Mediobanca con OBRInvest

Il broker OBRinvest è molto interessante soprattutto per la formazione che offre ai trader iscritti.

Infatti, ci troverai ebook da scaricare gratuitamente, webinar da seguire comodamente da casa, un conto demo per fare pratica senza rischiare i propri capitali veri.

OBRinvest invia anche i segnali di trading di un colosso del settore come Trading central. E per gli amanti della tecnologia, farà piacere sapere che offre l’ausilio dell’intelligenza artificiale.

Potrai scegliere tra 4 account diversi, andando incontro a tutte le esigenze dei trader.

Per iniziare a investire tramite CFD in azioni con OBRinvest clicca qui.

78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading azioni Mediobanca con Plus500

Il broker Plus500 consente di iscriversi con soli 100 euro e potrai subito accedere ad un conto demo con 40mila euro virtuali. Che si ricarica quando sta per terminare.

Se cerchi assistenza, potrai parlare in una chat Live con un operatore, H24 e 7 su 7.

Plus500 ti consente di scegliere tra oltre 2.500 asset diversi e potrai farti avvisare quando le azioni Mediobanca stanno dando vita a rally interessanti via email.

Per iniziare a investire tramite CFD in azioni con Plus500 clicca qui.

72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Trading sulle azioni Mediobanca con Capital.com

Capital.com riceve ogni anno dei premi per le sue piattaforme avanzate. Di recente, le ha aggiornate integrandole con l’intelligenza artificiale.

Capital.com ti permette di scegliere tra 3 account diversi, partendo da 20 euro. Dopo l’iscrizione, potrai usare un conto demo per fare pratica senza rischiare i tuoi soldi veri.

Capital.com ti permette di studiare perbene l’andamento grafico delle azioni Mediobanca, con oltre 70 tra indicatori e segnali di trading.

Anche qui troverai una vasta scelta di asset su cui fare trading, oltre 3mila. E puoi fare pratica con una app dedicata: Investmate.

Per iniziare a investire tramite CFD in azioni con Capital.com clicca qui.

71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Competitors di Mediobanca

Quali sono i principali concorrenti di Mediobanca? I seguenti:

  • Unicredit
  • Intesa SanPaolo
  • Deutsche Bank
  • BPER Banca
  • Commerzbank
  • Mediolanum
  • Credit Agricole
  • BNL Technical Services
  • DEWB
  • Traction
  • Ara Partners
  • Endeavour Capital
  • DEWB
  • Ara Partners
  • Endeavour Capital
  • Founding Date

Per un’analisi a 360 gradi delle azioni Mediobanca, non puoi non tenere conto dei principali concorrenti. Le banche da alcuni anni si sono adeguate alle nuove esigenze tecnologiche e finanziarie.

Offrendo servizi di Home banking sempre più user-friendly ed affinati, nonché servizi di prestiti a famiglie e imprese flessibili, per venire incontro alle ripetute recessioni che in questi anni le hanno messo sempre più in difficoltà.

Le banche citate non si pongono solo come semplici istituti di credito tradizionali, ma offrono una pletora di servizi afferenti a più settori.

Grafico azioni Mediobanca

Nel grafico seguente possiamo vedere qual è la quotazione in tempo reale del titolo Mediobanca:

Previsioni azioni Mediobanca

Da inizio giugno, per la quarta volta negli ultimi 6 anni, le azioni Mediobanca stanno cercando di sfondare il livello di resistenza a 10,3 euro.

Nel caso in cui dovesse fallire di nuovo, il titolo rischia di finire nuovamente al ribasso come già capitato in passato. Soprattutto un ritorno in area 8 euro o 6 euro.

In area 10,5 euro passa la massima estensione del rialzo in corso e secondo gli analisti un ennesimo tentativo fallito è più che probabile.

E’ probabile, quindi, che le azioni Mediobanca arrivino timidamente fino in area 10,5 euro prima di ritracciare.

In generale, le azioni Mediobanca non si sono mai completamente riprese dalla crisi del 2008. Quando, raggiunto il massimo di 17 euro per azione, sono crollate e l’unico traguardo raggiunto più elevato è stato appunto di 10.3 euro.

E’ come se il titolo vivesse in apnea da anni. Intanto la posizione di Del Vecchio continua a salire e bisognerà valutare se l’uscita graduale dal Covid-19 porterà per la banca nuove possibili operazioni finanziarie.

Comprare azioni Mediobanca: le FAQ

Cos’è Mediobanca?

La banca è stata fondata nel 1946, per volere di Raffaele Mattioli e di Enrico Cuccia. Una sorta di figura mitologica e Direttore Generale fino al 1982.

Mediobanca è diventata di respiro internazionale a partire dagli anni ‘50 e negli anni ‘90 non poche furono le difficoltà dovute alla graduale privatizzazione da un lato e l’uscita di scena di Cuccia dall’altro. Malgrado ciò, fu protagonista delle privatizzazioni di molti colossi italiani, come Telecom ed Enel.

Conviene investire in Mediobanca?

Le azioni Mediobanca non sono proprio adatte per chi cerca titoli dal grande appeal e dalla grande volatilità. Bensì, sono funzionali soprattutto per chi cerca titoli stabili in portafoglio.

Come comprare azioni Mediobanca?

Tramite il trading CFD, su broker come eToro, Plus500 e OBRinvest.

Comprare Azioni Mediobanca

Conclusioni

Mediobanca è una delle banche protagoniste dello scenario creditizio italiano.

Fondata subito dopo la tragica Seconda guerra mondiale, ha ben presto finito per ricoprire un ruolo pilota in molte operazioni fondamentali del nostro paese.

Figura principale di Mediobanca è Enrico Cuccia, Direttore generale per un quarantennio e figura ancora influente nel gruppo.

Negli anni Mediobanca ha lanciato prodotti innovativi, per venire incontro alla richiesta crescente di tecnologizzazione e flessibilizzazione dei servizi. Come CheBanca! e Compass.

Le azioni Mediobanca viaggiano sotto i 10 euro ormai da anni e mostrano una certa stabilizzazione. Quindi sono soprattutto indicati per chi cerca titoli stabili nel proprio portafoglio, da controbilanciare a quelli più volatili.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di comefaretradingonline.com, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di comefaretradingonline.com non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene comefaretradingonline.com e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da comefaretradingonline.com che rimane un sito a carattere puramente informativo.