Indicatore RVI (Relative Vigor Index)

Il "Relative Vigor Index", o "RVI", è un indicatore tecnico abbastanza famoso, appartenente alla sottocategoria dagli oscillatori.

L'utilizzo degli indicatori tecnici sicuramente non ci aiuteranno sempre a prevedere i movimenti del cross, ma ci forniranno un'ottima base di partenza per permetterci di affinare la nostra tecnica, che dovrà comunque essere basata su delle fondamenta di analisi macroeconomica.

Anche se il creatore del Relative Vigor Index è ancor oggi sconosciuto, il suo funzionamento è molto simile allo Stocastico, tranne per il fatto che il prezzo di chiusura è confrontato con quello di apertura piuttosto che con il minimo del periodo.

L'idea principale del Relative Vigor Index è quella che i prezzi tendono a chiudere più in alto rispetto all'apertura nei mercati in rialzo, rispetto a quando tendono a chiudere al ribasso nei mercati discendenti. Il "vigore" del movimento è quindi dato da dove i prezzi si trovano alla fine della giornata. Per far sì che l'indice sia normalizzato al range giornaliero, il cambio di prezzo viene diviso in base al range massimo dei prezzi per quel giorno.

I trader, in generale, si aspettano che il Relative Vigor Index segnali dei cambiamenti di direzione e incrementi in mercati rialzisti, quando l'impulso del trend è in aumento e i prezzi di chiusura superano i valori di apertura.

Le fluttuazioni tendono ad essere più "morbide" per fare in modo che le differenze tra l'indice e il comportamento dei prezzi abbiano un significato maggiore sul cross.

L'indicatore Vigor Index relativo è classificato come un "oscillatore", in quanto i valori oscillano tra valori positivi e negativi. Il grafico dell'indicatore ha tipicamente una mediana centrale a "0,00" con l'RVI affiancato alla media mobile ponderata di esso. Dei Valori elevati vengono interpretati come una forte condizione di ipercomprato, ovvero è quindi suggerita l'azione di "vendere". Con i valori bassi invece, è presente una forte condizione di ipervenduto, che quindi rimanda all'azione dell'acquisto.

Come viene calcolato il Relative Vigor Index

Relative Vigor Index - Rvi analisi tecnica

L'indicatore Relative Vigor Index è comunemente usato sul software Metatrader4, e la sequenza della formula di calcolo ha pochi e semplici passaggi:

Scegliere un valore dei periodo di "N" (standard = 14, ma "10" è anche usato spesso e volentieri);

RVI = (Chiusura - Apertura) / (Massimo - Minimo) utilizzando i dati sui prezzi per il periodo;

Calcolare un periodo "N" SMA per il RVI;

Calcolare una linea di segnale della media mobile ponderata per gli ultimi quattro valori.

Misurare la forza di un movimento con il RVI

Un indicatore utilizzato in analisi tecnica, prevalentemente nei mercati forex, misura la forza di un recente movimento dei prezzi e la probabilità che questo movimento perdurerà in futuro.

Il RVI confronta il posizionamento di un prezzo di chiusura di sicurezza rispetto alla suo range di prezzo, e il risultato, come possiamo vedere dall'immagine dell'articolo, viene "ammorbidito" calcolando una media mobile esponenziale dei valori, che aiuta a determinare con più facilità la veridicità del segnale.